Storia del Tisana calcio

Anni Venti

un decennio di soddisfazioni

Tisana Foot Ball Club 1928-29: Gnesutta, Iseppi, Marin, Paolini, Martin I, Martin II, Guiotto, Simonin, Mauro I, Zen e Mauro II.

8 maggio 1975 targa ricordo opera prof. Galasso

La situazione subì uno scossone negli anni 1922/1923 con la definizione di un nuovo gruppo dirigenziale ed il rafforzamento della rosa dei giocatori.

Per il rivitalizzato sodalizio, denominato Associazione Sportiva Latisanese (che adottò le maglie azzurre al posto delle originarie neroverdi), fu l’inizio di una serie di notevoli e brillanti successi ottenuti nei confronti di compagini (talune già temibili) che si fecero via via più agguerrite e numerose.

Da allora significativa fu la presenza nei campionati U.L.I.C. (Unione Libera Italiana Calcio) del Basso Piave, che videro la compagine locale, coprirsi di onore confrontandosi con formazioni prestigiose.

Il gruppo dirigenziale che condusse negli anni venti l’A.S. Latisanese, costituito da dirigenti del fascio locale, lasciò il posto al neo presidente Aulenti.

Questi, persona con buone possibilità economiche e competente di pallone, seppe infondere nei giocatori quella fiducia che portò gli azzurri latisanesi a conseguire una memorabile vittoria nel campionato del Basso Piave nel 1929-30, mettendo in fila compagini quali Portogruaro, Ceggia, Oderzo, S.Donà di Piave, Motta di Livenza, desolo, Meolo, ecc.ecc.

Tisana Foot Ball Club

Stadio Latisana campionato 1929-30

© CalcioLatisana